settembre 19, 2013

L'importanza di essere un tostapane



Un capitolo del documentario è dedicato all'aspetto legale e burocratico dell'emigrazione. I modi per ottenere un visto in Canada sono molteplici, alcuni più semplici altri decisamente più complessi. Avvalendoci della consulenza di un avvocato della migrazione abbiamo cercato di fare il punto della situazione, con l'auspicio di aiutare gli aspiranti migranti. E di cose da sapere, abbiamo scoperto, ce ne sono davvero tante.
Ma al netto di tutte le possibili strategie burocratiche per avere un visto, c'è una cosa che ha attirato la mia attenzione. I capitali e le merci hanno pochissime restrizioni, possono muoversi da un continente all'altro con estrema facilità, mentre le persone hanno restrizioni notevoli. Semplificando si può dire che in Canada è molto più facile stabilirsi se sei un tostapane piuttosto che una persona.
Certo, le persone hanno molte più esigenze di un tostapane, questo lo capisco. Ma che le merci e i capitali abbiamo più libertà di un essere umano è, come dire, quantomeno curioso.
Ci sono addirittura scogli burocratici per cui tu puoi aprire una società in Canada, ma non puoi lavorarci. Ti permettono cioè ti investire il tuo capitale, dando in qualche modo cittadinanza ai tuoi soldi, ma non puoi stabilirtici tu. Sempre l'avvocato della migrazione che ci ha fatto consulenza ci ha spiegato che il Governo sta lavorando su queste norme e si prevede che cambino a breve.
La mia perplessità però rimane.
Ad ogni modo non voglio smorzare ottimismi ed energie. Anche se non si è un tostapane si può migrare. Dico solo che, da tostapane, è più semplice.

Nessun commento:

Posta un commento